sabato 4 aprile 2009

Settimana di Passione


Da domani inizierà la settimana di Passione. Anche oggi il tempo è incerto, i veli dorati del sole ricoprono le facciate dei palazzi i quali spuntano tra il verde degli alberi.
Da ieri, dopo aver letto la vita per me nuova di Alessandra di Rudinì, ho cominciato quella di don Orione. Non è nuova, già la conosco, ma è così entusiasmante, così piena di esempi di fede, che mi affascina scorrere nuovamente gli avvenimenti della sua vita e meditare su di essi. Leggere quelle pagine mi riporta a rivivere uno scorcio del mio passato, a gettarci uno sguardo di ammirazione e nostalgia, a rivedere nella mia mente alcuni volti e posti a me cari che mi hanno segnato in quel periodo.
Ho fatto il volontariato al Piccolo Cottolengo, mi sono accostata al capezzale di alcuni malati senz'alcuna speranza, sformati dal destino...Parafulmini della società, qualcuno li chiamava. Dalle piccole finestre dell'edificio munite di sbarre verniciate di bianco, si potevano vedere i monti coperti del verde fitto degli alberi. Quel palazzo giallino doveva contenere solo infelicità ed invece vi si scopriva che serpeggiava una gioia intensa data sicuramente dalla fede vissuta di chi lavorava là dentro, dalle suore, dai preti, dagli stessi ricoverati. Un piccolo sole nell'oscurità della sofferenza... E non erano sofferenze da poco...Allora raffiorano nomi che rievocano le nebbie del mio passato: Gianna...Giuseppina...Chiara...Elisa...
Poi ancora a Tortona la Madonna interamente d'oro voluta da don Orione...Il caro Piemonte con i suoi colori, i suoi riflessi, mi dona la sua pace...
Posta un commento