domenica 5 aprile 2009

O uomo...


Oh uomo, piccolo come sei, ti sei presentato sinceramente dinanzi ai tuoi occhi? O ti sei raccontato tante bugie? Chi sei, o uomo? Hai immaginato la tua morte, tu che neghi la verità di Dio? Polvere sei, la tua carne è costretta a diventare polvere, sparsa forse nel vento...Sei contento che di fronte al tuo sguardo ci sia il nulla? Come ti sei spiegato la sofferenza che dilania il tuo corpo o il tuo spirito? Tu, o uomo, che ti sei lasciato scivolare dentro il baratro del tuo non credere, del tuo nulla dopo la morte, non hai mai riflettuto che forse il nulla della tua depressione, del tuo vagare senza senso, è lo stesso burrone del tuo ateismo? Non posso credere che il tuo cuore sia privo di desideri e sia appagato dai mille affari da cui sei sommerso, dalle cose che possiedi. E una domanda affiora chiara e limpida e altrettanto accusatrice: perché vivi?
Non rispondere che vivi solo per il lavoro perché il lavoro non appaga l'uomo totalmente e se giungerai alla vecchiaia anche sano, come riempirai i tuoi giorni? Se non rispondi alle domande fondamentali della tua vita, precipiterai in quell'abisso scuro di cui non scorgi il fondo di depressione e solitudine, così minaccioso...E non dire che non hai timore della morte...non ci credo. Solo chi davvero è distaccato da sé o chi è disperato fin da esserne travolto, non ha paura della morte. Il destino o il fato...o come tu lo vuoi chiamare, potrebbe toglierti tutto ciò che ami di più in questa vita...Le cose e persino le persone non sono e non possono essere i punti fermi della tua vita...

O uomo, se ti accorgerai della tua piccolezza, solo allora, vedrai il baratro che hai di fronte e da cui cerchi di stornare la mente riempendo la vita di vanità e cose fugaci. Ma se il tuo baratro è così profondo, sappi che l'amore di Dio è un abisso di cui non riuscirai a scorgere il fondo. Solo i santi hanno intravisto parte del fondo di quell'abisso e di fronte ad esso hanno compreso che nient'altro possiede valore. L'essenza di Dio è l'amore e ciò che ci tiene in vita è proprio questo.
Posta un commento