domenica 29 novembre 2009

Lourdes...

Questa notte...Lourdes...un piazzale immenso che traboccava di gente, gente con il sorriso sulle labbra...La Madonna desidera che ci siano anime che sappiano offrire la propria sofferenza con il sorriso. Non sempre la salute del corpo è il nostro bene maggiore...La parola sacrificio è bandita dal vocabolario, eppure il Vangelo non è cambiato. La Madonna cerca anime che sappiano immolarsi, che sappiano forgiarsi con piccoli sacrifici...Non aspetta che ci crocifiggiamo, che ci dilaniamo la carne, ma che sappiamo offrire quei piccoli sacrifici che la vita quotidiana ci dona: un cibo non gradito accolto come il più succulento, raccogliere una carta che per la nostra schiena giacerebbe tranquillamente per terra, saper sopportare un dolore in silenzio...(difficile!) La Madonna cerca anime eroiche nella quotidianità e nel nascondimento...Non cerca persone che recitino meccanicamente tutto il Santo Rosario, ma che sappiano unire la propria vita alla Sua, con coraggio e abnegazione. E' vero che a chi dona con gioia, il Signore domanderà di più, ma non dobbiamo temere perché ci donerà anche la forza di sopportare. Spesso e volentieri ci giustifichiamo affermando che non dobbiamo cercarci le sofferenze perché non sapremmo affrontarle. E da una parte è vero..Ma spesso ci si lamenta anche delle occasioni stesse che la quotidianità ci presenta e ci lasciamo sfuggire quelle perle preziose... Gesù ha offerto una volta per tutte il sacrificio della Sua vita, un sacrificio completo...ma ha chiesto anche a noi di offrire, rinnegando noi stessi, portando la nostra croce. In poche parole ha tinto di speranza il dolore, ha dato un senso alla nostra vita, ha cambiato ciò che sembrava una condanna, in redenzione...
La nostra vita è il canto d'amore di Dio...
Posta un commento