giovedì 12 agosto 2010

La vigilanza


Oggi, abbiamo affrontato un discorso che mi pare importante. Mi hanno raccontato di un’altra santa del continente africano. Mi ricorda un po’ la storia di Gloria Polo che fu colpita da un fulmine. Stessa cosa. A dodici anni fu colpita, assieme alla cugina, da un fulmine. La cugina morì sul colpo. Fu così che la sua vita cambiò completamente. Si fece suora clarissa, un ordine molto duro.
Invero, non ho letto ancora la vita di questa suora, ne abbiamo solo parlato. La cosa che più mi ha colpito, è stata quest’affinità con Gloria Polo: il suo essere colpita da un fulmine e poi, soprattutto mi ha dato da riflettere, che suor Chiara dell’Eucarestia, così si chiamava, era molto vanitosa e a 24 anni, fu colpita da un tumore alla faccia che la devastò. Il Signore a volte, ci domanda ciò che ci è più caro. Anche Gloria Polo fu devastata nelle parti del corpo che erano state occasione di peccato e che lei curava maggiormente. Bisogna davvero essere pronte, con i fianchi cinti e i sandali ai piedi, perché non sappiamo cosa il Signore ci domanderà.
Sì, ultimamente sto meditando maggiormente, come non mai, il tema della vigilanza, non solo per quanto riguarda la morte, ma la pratica della virtù.
Posta un commento