martedì 24 agosto 2010

Ascoltando Radio Maria

Testimoniare Cristo è dovere di ogni cristiano. Ieri sera ho ascoltato parte di una predica a Radio Maria. Combinazione ha ripreso alcuni discorsi su cui riflettevo in questi giorni.
L’uomo è considerato un animale in tutto e per tutto. Ed, infatti, agli animali è data la stessa dignità dell’uomo. Ne ho già parlato. È una contraddizione assurda. Intanto, mentre si rimpinzano di croccantini e nelle pubblicità progresso si difendono i diritti degli animali, in alcune foto compaiono ragazzini con la pancia gonfia, pieni di vermi, di mosche che accorrono agli angoli della loro bocca. All’uomo egocentrico di oggi, piace sapere che non è solo nell’universo, ha la curiosità morbosa di scoprire se esistono altre forme di vita. Perché? Che contraddizioni stupide! In realtà all’uomo piace semplicemente scoprire di non essere solo per attaccare quel famoso capitolo della genesi, nel quale si racconta la creazione del mondo da parte di Dio. Attaccare fin nel cuore la Chiesa e i suoi principi, è a volte lo sport più praticato dall’uomo, perché disturba, mette le coscienze in discussione e l’uomo non vuole entrare in crisi. Oltre all’animalismo sfrenato, oltretutto sottolineato da un ascoltatore, il Padre ha notato come in realtà si siano capovolti alcune credenze, osservando che l’uomo non accetta la sua età biologica o il suo corpo in generale. La cultura del magro a tutti i costi spinge tante ragazzine nel baratro dell’anoressia. Vero, è una malattia che nasconde il cattivo rapporto che si ha con la madre e ancor più precisamente con se stesse. Però rivela la fisionomia di una cultura sempre più predominante che dà forma alla mentalità del tempo. Alcuni si operano perché non accettano il proprio corpo. Anche questo denota una certa contraddizione enorme. Curano il corpo eccessivamente, ma questo nasconde una non accettazione di esso. Fastelli di contraddizione, ecco cosa siamo. Contraddizioni che distruggono l’uomo e il suo pensiero più genuino. Ci ribelliamo a ciò che ci è stato dato e non possiamo cambiare.
Ci sono poi state delle testimonianze di persone che si sono convertite e non erano ragazzine o ragazzini. Erano persone che avevano superato la soglia dei 70 anni, alcuni da poco, altri da molto e sfioravano la vetta degli 80. L’entusiasmo era lo stesso! I lavoratori chiamati all’ultima ora! Straordinario! Dio si rivela così umano da essere sorprendente.
Posta un commento