giovedì 21 gennaio 2010

Terremoto...

Ieri ancora terremoto, morte e distruzione. La tragedia ha ricolpito la popolazione di Haiti ma anche in mezzo a questa desolazione, accadono i miracoli: una bambina di 15 giorni estratta viva dal cumulo di macerie. La vita continua a pulsare, a testimoniare che tutto è retto da una volontà superiore, quella di Dio. Egli solo é Padrone della vita e sa quando è il momento di rapire l'anima e condurla nell'eternità. Spesso e volentieri viene d'istinto asserire di fronte alla sofferenza di un malato grave: "Che il Signore lo prenda piuttosto che farlo soffrire in questo modo"
Ragioniamo da uomini senz'altro, non pensando che Gesù stesso disse che la vera vita non è quella del corpo. Il vero cristiano dovrebbe invece affermare che quella sofferenza che il Signore permette serve a purificare l'anima e quindi ad accorciarle il Purgatorio.
Posta un commento