domenica 1 febbraio 2009

Momenti un po' difficili

Quando esorto i bambini a pregare, il Signore mi esaudisce sempre...A volte questo mi fa venire addirittura i brividi.
Ma su una cosa il Signore mi ha voltato le spalle, la Sua volontà è un'altra. Ai miei occhi è incomprensibile, tuttavia è chiaro che Egli voglia così.
Mio papà sta sempre peggio e sta declinando velocemente. Dopo i due ictus è ormai una strada in discesa. Per mia mamma è diventata in salita, una salita sempre più ardua. Ha tanto coraggio, Dio la benedica e l'aiuti. Dopo la telefonata di stamattina, ho sentito proprio l'esigenza di alzare lo sguardo al cielo e pregare. "Se non è tua volontà la sua guarigione, dona tanta forza a mia mamma..."
Assistere al disfacimento mentale di una persona a cui si vuole bene, è assai penoso. Comprendi con tutta te stessa che l'uomo è come un soffio. Se le cose vanno avanti così, il giorno che io diventerò la sposa di Cristo per sempre, lui non si accorgerà nemmeno di ciò che sto facendo sull'altare...
Spesso mi viene alla mente Santa Teresina di Liesieux che assisté al disfacimento mentale di suo padre. E' vero, ci dona la gioia di diventare le spose di Cristo ma ci chiede, soprattutto prima del dono totale di sé stessi, di scegliere la corona di spine. La mia salute in fondo l'ha già presa e nemmeno mi manca, né la desidero più di tanto. Ciò che invece mi fa soffrire immensamente è che il buon Dio sta chiedendo nell'ambito della mia famiglia, con sempre più insistenza, chiedendo la dignità della mente di mio papà. C'è di peggio, e anche questo è vero, ci sono situazioni terribili...Piego solo le ginocchia e domando al Signore la forza per mia mamma...Chiedo a tutti voi che passate di qui, una preghiera. Grazie!
Posta un commento