domenica 15 maggio 2011

La cultura dell'efficientismo


Alcuni periodi della storia hanno assunto una caratteristica particolare che hanno dato loro il nome: ad esempio il Rinascimento, l'Illuminismo....

Nascono in seguito ad eventi storici che hanno segnato profondamente la mentalità e il pensiero dell'uomo. Il pensiero dell'uomo, tuttavia, può determinare alcuni eventi storici, o almeno esserne causa indiretta. L'arte è l'espressione più intrinseca del pensiero dell'uomo. Interpretare l'età in cui viviamo non è così facile, tuttavia nemmeno impossibile. Essa, pur nella sua confusione sta mostrando i suoi tratti principali. E' l'era della tecnologia. Nel settore terziario si è sviluppata, in modo più consistente, l'informatica. Tutto è a portata di un clic. Oltre che ad essere un calcolatore elettronico, il computer è diventato un mezzo di comunicazione e di informazione. Per fare una ricerca scolastica, non c'è più bisogno di andare nelle biblioteche, basta andare su internet (anche se le informazioni vanno selezionate e vagliate) e il gioco è fatto.
Poi ci sono i telefoni cellulari che hanno la funzione di computer. Con essi posso comunicare con chiunque subito. E' l'era della comunicazione mediatica. Saper comunicare è un'arte vera e propria che coinvolge l'uomo totalmente. Quella di oggi non è una comunicazione diretta, è mediatica. Tutti i mezzi mediatici possono provocare dipendenza e favorire una fuga psicologica dalla realtà.
Posta un commento