domenica 8 maggio 2011

All'aurora ti cerco, di te ha sete l'anima mia...


E' una ricerca continua, quella dell'anima. Cerca di appigliarsi a quei ricordi che l'hanno condotta all'incontro con Dio, a quel mare infinito e grigio che mormorava la sua nenia schizzando sugli scogli, a quella pace infinita che, come un velo, si adagiava sugli alberi e sui monti... All'aurora ti cerco... In ogni istante, appena il mio cuore si desta. Sei l'acqua che mi disseta, fresca, di sorgente. Ho sete di te, Signore. Sei l'acqua che purifica, l'unica acqua che allontana la mia sete, che dona la pace dei sensi e il ristoro alle membra. Di te ha sete l'anima mia, come un'eterna assetata: ti cerca nella preghiera costante, nell'Eucarestia, cerca di vederti nelle persone che le sono accanto, negli avvenimenti... "Di te ha sete l'anima mia, come terra arida, senz'acqua..." Sono come terra del deserto. Quando ti nascondi, il mio cuore si vena, si spezza. Sente una nostalgia profonda di te e si strugge, si fende... Ma quando l'acqua della tua sorgente cristallina penetra nelle fenditure e scorre sulla terra arida, ecco che tutto fiorisce, si veste di colori sgargianti, mentre l'aria si profuma di aromi nuovi, primaverili.

La vita fiorisce, si rinnova...
"A te anela la mia carne". Tutto il mio essere anela a te, anche la mia carne. Anela a starti vicino, a immergermi nella tua Presenza e trasfigurarsi, in essa. 
"La tua grazia vale più della mia vita". La tua grazia è più importante della mia vita, perché, in realtà, essa è la vita stessa, quella eterna...
Posta un commento