venerdì 9 gennaio 2009

VIVERE NELL'INFINITO

Ho immerso le mie mani
nell'acqua cristallina
che scintillava
sotto la carezza del sole
Ho cercato di raccoglierne
un pugno
ma è scivolata
silenziosamente
tra le dita
Piccole gocce trascinate
dal ruscello melodioso
Le mie mani
sono rimaste bagnate
traccia dell'acqua
che nelle mie mani
trasparente è divenuta.
Pensare di poter prendere
l'infinito con le mani...
forse pazzia...
ma mi voglio tuffare
in questo mare di stelle
mentre l'infinito colora
i miei giorni
e scrive la poesia
di colui che mi ha creato
ha amato e sognato
e colorato di amore.
Sognare e pensare
i miei occhi si perdono nel blu
di una notte immensa.
Posta un commento