martedì 29 novembre 2011

Verdi Garandieu

Questo fu appunto uno dei numerosi casi di demoni che hanno parlato per permissione di Dio, affinché le anime si scuotano e sappiano vivere in modo più profondo il messaggio di Cristo. Il demonio è costretto a dire la verità della Madonna.
Difficile da credere? Non dovrebbe esserlo, visto che anche nel Vangelo, vari demoni hanno riconosciuto il Cristo. Vi sono infatti due gruppi di demoni: quelli angelici e quelli umani. Di fronte alla potenza dell'esorcismo da da Dio al prete tramite la Chiesa, il demonio non può mentire e così racconta disarmato ciò che ha portato alla perdizione la sua anima. Dio si serve di tutto, anche dei demoni per salvare le anime!
Così, accadde che dopo essersi impossessato del corpo di una madre di famiglia, svizzera, ma residenti in Italia a Montichiari, fu costretta a rivelarsi l'anima di Verdi Varandieu, un prete del 1700, vissuto in un paesino dei Pirenei.
L'ossessa, come spesso avviene, fu visitata da numerosi psichiatri, tra i quali uno di grande fama e competenza, affermò che l'ossessa era sana di mente e pareva che in lei agissero terzi.
Il prete dei Pirenei doveva per forza presentarsi per il bene dei ministri di tutta la Chiesa. Tra spasimi, tormenti e disperazione, disse che era l'anima di un sacerdote, condannato all'inferno.

In un esorcismo del 5 aprile 1978, il prete racconto ciò che lo condusse alla perdizione. sembra più o meno lo stesso racconto di "Un'anima dannata racconta". Lo stile è uguale: non sono grandi peccati esterni a condurre l'anima all'inferno, ma il non credere più in Dio e l'abbandono della preghiera per una vita rilassata fino a non credere più nell'Eucarestia.

Verdi raccontò che diede cattivo esempio; ecco le testuali parole:"Ho osservato più le gonnelle che i Comandamenti di Dio. Sono stato condannato perché ero troppo tiepido"
Ad un certo punto della vita non ci fu più la corrispondenza alla grazia e il desiderio iniziale di cambiare vita, fu completamente travolto per il fatto che non pregava più.Non adempì più i doveri del suo ministero, non riuscì più ad esortare i giovani, perché lui stesso era diventato tiepido. E così fu trascinato nel baratro dell'inferno, eternamente.
Questa manifestazione è ancor più sconvolgente di quella di Clara e Annetta, perché riguarda un Ministro di Dio, un prete, e questo fa tremare e riflettere e ci sollecita ad un impegno sempre più autentico. Di seguitoo rifletterò sui vari aspetti della sua confessione - esortazione molto articolata.
Posta un commento