mercoledì 16 novembre 2011

Il tradimento

Tutti noi, prima o poi, sperimentiamo il tradimento. Il verbo "tradeo" in latino, significa "consegnare". Ed in effetti il tradimento si concretizza con un allontanamento della persona da sé, un negare la persona. Le motivazioni possono essere innumerevoli, svariate, intercorrono tra la gamma personale, ideale e... anche fantasiosa. E' una realtà, comunque non giustificata, per nessun motivo. La camuffiamo nelle vesti di correzione fraterna oppure di bene altrui ma, nel profondo si mira a un riemergere una condizione personale di sofferenza, di situazione che non si riesce ad affrontare.
Gesù, però, non ama il tradimento, ama profondamente la realtà... soprattutto quella di Pietro, lealtà che comunque giunge al tradimento dei propri ideali ma che, essendo una persona leale, giunge a riconoscere il suo tradimento. Questo fa molta differenza e aiuta a comprendere che vi sono vari tipi di tradimento e diversi modi di affrontarlo. Ho già parlato di quello di Pietro ma vale la pena parlarne ancora, in quanto è la tipologia di tradimento più comune.
Posta un commento