giovedì 10 novembre 2011

La libertà

La libertà, per essere vera, deve scaturire dalle sorgenti alte. Anch'essa è un valore eterno solamente se è radicato in Dio. Tutte le altre sono pseudo - libertà. Ho proposto l'esempio delle martiri di Compiégne e quindi l'azione del governo francese dell'epoca il quale, in nome di una pseudo - libertà ghigliottinavano le persone che davano fastidio. Entrando nel discorso e valutando le varie componenti, ci accorgiamo che vi sono molte contraddizioni. Sei libero... ma non di professare una certa fede e di abbracciare un particolare stile di vita...
Scandagliando il fondo della storia ci si accorge che essa è piena di queste contraddizioni. Dove la libertà non si fonda su Dio, tutto crolla rovinosamente, sfocia in atteggiamenti persino violenti che negano la libertà stessa. 
Dopo il crollo dei regimi totalitari e l'avvento di quelli democratici, vi era una sete assoluta di libertà. Vi è un concetto distorto di libertà che è urgente ridimensionare. Avere libertà significa fare ciò che si vuole senza restrizione alcuna. Parliamo di diritti e libertà ma dobbiamo ben comprendere che la libertà possiede dei confini prestabiliti: essa termina laddove iniziano i diritti del prossimo. Questi confini devono diventare sempre più netti: la nostra stessa coscienza vieta la prevaricazione di essi.

La libertà odierna è un po' come quella concepita dai rivoluzionari francesi. Infatti, si è liberi di praticare sia l'aborto che l'eutanasia senza considerare i diritti del feto o del malato. Facendo questo si fa notare che non sono considerati esseri umani né il malato né l'embrione. Che cosa ridicola dire che il feto ha più diritti dell'embrione quando quest'ultimo è destinato a diventare con il tempo e la successiva suddivisione delle cellule, feto e quindi essere umano. Se avessero ucciso l'embrione da cui siamo nati noi, non saremmo venuti al mondo! Anche noi siamo stati embrioni! E mentre vaneggiano un concetto di libertà distorto, siamo sempre meno liberi psicologicamente parlando, senza contare la crescente fragilità e vulnerabilità a cui la mente umana è esposta.

Così, mentre pratichiamo e permettiamo, anche solamente approvandolo, l'aborto, la nostra mente è appesantita da rimorsi, terribili, perché il grembo della donna, culla di vita, è divenuto tomba per tanti embrioni che non hanno mai visto la luce.
Non copriamo i nostri crimini con la scusa della ricerca medica! Da un'uccisione non può mai nascere una vita... La salute mia a discapito della vita altrui. No, non va bene sebbene il nostro scopo sia quello di dare la salute ad altri esseri.
Si predica che la salute è il bene più prezioso... ma forse non è del tutto vero... E' uno dei tanti beni importanti, ma non è il più importante! Il bene più prezioso è la salute spirituale e lo ha spiegato tante volte anche Gesù quando ha affermato paradossalmente ma anche veridicamente che se un membro è occasione di scandalo è meglio tagliarlo e gettarlo lontano da te.
Affermato il concetto corrente di libertà, passiamo ad analizzare quanti tipi di libertà possiamo riconoscere. Concettualmente possono essere riconosciuti due tipi di libertà: psicologica e spirituale /evangelica.
Posta un commento