giovedì 24 dicembre 2009

Vigilia di Natale

E' la vigilia di Natale, non mi sembra. Nemmeno il mio spirito è in sintonia con il periodo liturgico che celebriamo. Mentre essa attende la gioia della nascita di Cristo, mi è più naturale meditare sulla morte, perciò non riesco a riempire l'altro blog. Sto in attonita attesa che la mia anima, invogliata dalle luci natalizie, si dia una vigorosa scrollata e si rimetta sui binari giusti...e mi accorgo che non dipende da me...Può darsi che a Pasqua riesca a pensare al Natale! Sfuggono i giorni... Penso alla massa della gente che in questi giorni si riversa sulle strade, grigia e triste come chi non sa aspettarsi nulla. Un gomitolo di pensieri, grigi come il cielo di questi giorni, senza sole ma senza nemmeno il biancore della neve...Ancora una volta Natale, in quest'inverno così incerto...I sogni si sono congelati, non ci sono più, cristallizzati a formare uno splendido quadro. Aiuta, o Gesù Bambino a far sognare questa umanità triste che percorre la via della vita senza trovarne un senso, ad attendere, ad amare...perché i sogni e le attese di bene non producono rumore ma riempiono il cuore e la vita.
Posta un commento