mercoledì 29 dicembre 2010

In attesa della fine dell'anno

Il Natale e il mese stesso di Dicembre, lasciano il sapore vago della nostalgia, nostalgia di un anno a cui si attaccherà l'etichetta con il baldanzoso nome PASSATO. Come ho sempre detto, anche il tempo che passa, nasconde un mistero profondo e questi giorni sono gli ultimi respiri del 2010. Fin da bambina, è una cosa innata, non mi piacevano i botti di Capodanno e nemmeno il pensiero di un anno che era scivolato via. Il tempo da bambini trascorre lentamente, un po' come quando con ansia scrutavamo le lancette dell'orologio che pigramente ticchettavano, ma faticosamente giungevano alle 12.30, fatidica ora in cui sarebbe suonata la campanella che ci avrebbe permesso di uscire dalle nostre aule...Finalmente, dopo quattro ore di studio! Capodanno mi dava un certo sapore di tristezza... Mi dovevano consolare dicendo che il nuovo anno avrebbe avuto le stesse sembianze dell'anno passato... Ma io avevo nostalgia di Natale e, prima di abituarmi al nuovo anno, ci voleva un po'. Era come se lo personificassi. Per me l'anno vecchio era come un nonno, una generazione passata con il fascino della saggezza. E poi dicembre...! Il mese che preferivo di più! Dovevo aspettare per ben un altro anno che ritornasse e mi avrebbe lasciato ugualmente la nostalgia dolce del passato. E' ancora adesso il mio mese preferito. E' il mese in cui io sono nata. Festeggiavo nel medesimo modo Natale e il mio compleanno. E' vero, tante volte risultava uno svantaggio: con la scusa del Natale i regali erano esigui.... Ma i miei veramente non mi hanno fatto mai pesare la cosa. Facevano un regalo più bello, più grande... Eppure, ero fiera di essere nata subito dopo Natale. Era un proseguo di Natale, perché, inconsciamente, per me, erano entrambe la festa della vita! Sì, decisamente, ne andavo fiera. Certo, un tempo aspettavo senz'altro la data del mio compleanno con più gioia... sapete, adesso, gli anni fanno riflettere sulla canizie!!! Una volta si aveva il desiderio di diventare grandi, di sapere cosa si sarebbe diventati.... e allora, il lento incedere degli anni, sapevano della libertà degli adulti!!!! Ricordo i miei pensieri come se fossero attuali, eppure sono già passati tanti anni....
Va bene, allora, buon attesa del nuovo anno!

Posta un commento