martedì 20 luglio 2010

Dialogo

Dialogare non vuol dire lasciare le proprie opinioni per accettarne altre, oppure modificarle in modo da trovare un compromesso e una pace che, invero, non è la più coraggiosa del mondo. Fare questo sarebbe come essere una banderuola che si lascia trasportare dal vento secondo la direzione verso cui spira. Giusto? A me non pare. Uno non lascerebbe mai le convinzioni politiche per abbracciare quelle dell’avversario. Non è consigliabile iniziare una frase con una congiunzione. Quindi, perché dovrebbe farlo un cattolico? Le convinzioni dei cattolici, della Chiesa in generale, sono radicate nel Vangelo. Come tante volte si dice, il Vangelo non si cambia perché è Parola di Dio.

Posta un commento