sabato 25 febbraio 2012

Quaresima


Tempo austero quello della Quaresima che c'invita a prepararci con serietà al grande evento della Pasqua. Per ciascuno giungerà il momento della sua pasqua, il momento del passaggio da questo all'altro mondo... Qualcuno afferma “più tardi che mai”. Tutta la nostra vita è protesa a quel grande evento che si guarda con timore e curiosità e dal quale essa dipende inesorabilmente. È il mistero più grande della nostra vita della quale ne fa parte, sembra quasi innaturale.
“Fa parte della nostra vita” si dice come per consolarsi, ma non sembra essere così se si guarda in profondità nel nostro cuore. Sembra quasi una violenza psicologica, un qualcosa di innaturale e, da una parte lo è: essa, così come la sofferenza, è entrata nel mondo in seguito al peccato. L'anima anela alla felicità ed eternità per le quali è stata creata e dalle quali è segnata indelebilmente. Tempo quindi di penitenza questo. S'inizia con il mercoledì delle ceneri che ci dovrebbero rammentare il nostro destino e quello che siamo: polvere. Dalla terra siamo stati tratti e alla terra torniamo
Posta un commento