lunedì 30 marzo 2009

Esplosione di caldo


E' davvero molto caldo. Il sole è riuscito a farsi strada tra le nuvole e nel pomeriggio ha cominciato a splendere in un cielo azzurro, insinuandosi tra le foglie verde smeraldo che scintillavano come se nel loro cuore custodissero dell'acqua raccolta dal cielo.

E' ricominciata una nuova settimana, l'ultima prima delle vacanze di Pasqua, e quindi anche gli impegni si sono addensati, anzi...oserei dire moltiplicati, visto che bisogna preparare i lavoretti. Il ritmo della scuola ad ogni modo, mi piace, le dà quel tocco di originalità e di diversità che non guasta...mi riempie le giornate a cui mette le ali! Nonostante le varie attività ho avuto tempo di girare tra i blog che seguo e mi ha colpito la frase sulla libertà che ha riportato Olimpia. Essa corrisponde a tanti miei ragionamenti. Stimo assai il valore della libertà, libertà ad ampio respiro, non solo come la intende il mondo. Una ridda di pensieri apparentemente confusa ha fatto ressa nel mio cuore, come la folla nell'ora di punta quando deve salire sulla metropolitana! Tutti però, avevano un determinato senso logico, un senso conduttore...

Oltre al senso comune di libertà, ho meditato su quella che fa gridare di gioia i martiri, pur essendo stati perseguitati, a coloro che consumarono il Calvario della loro malattia con il sorriso...

Ecco coloro che furono liberi dal loro passato per essere liberi nel presente e poter essere sempre e ovunque sé stessi, proiettandosi così nella vita eterna.

Nessun aguzzino può rendere nessuno schiavo o ledere la libertà di alcuno, anche se fosse il più spietato della terra. Solo il peccato toglie la libertà all'uomo di essere sé stesso.

Lo disse anche San Paolo: Chi ci separerà dal Tuo amore? La tribolazione? Forse il dolore? Ma di tutte queste cose noi siamo più che vincitori...
Posta un commento