venerdì 13 luglio 2012


Continuando nel discorso dell'esperienza di padre Cipriano, egli racconta che ci fu un fatto eclatante, quello di una religiosa che per apparire santa, aveva fatto un patto con il diavolo. Bisogna stare attenti, perché la tentazione non coinvolge solamente la sfera sessuale o economica, ma può coinvolgere in modo ancor più pericoloso, quella spirituale. È un'ambizione anche quella! Non possiamo negarlo. È una forma di potere e di compensazione pericolosissima! Anche nella strada della santità dobbiamo quindi, essere prudenti, capaci di valutare le nostre aspirazioni con occhio critico.
Si racconta che questa religiosa, come ho già detto, fece un patto con il diavolo per apparire santa di fronte agli altri. Di fatto, avvenne così. Si procurava le stigmate, possedeva vari doni che sembravano venire da Dio, fingeva di digiunare... e così tante persone, attirati dalla fama di santità di questa religiosa, accorrevano per essere beneficate... Ignoravano che questa avesse quei doni perché aveva contratto un patto con il diavolo! Terribile! Questo insegna che dobbiamo essere guardinghi nelle nostre aspirazioni più profonde, e nelle prove che il Signore permette nella vita, perché, se da una parte queste ci possono rendere più forti, dall'altra ci possono far cadere nell'abiezione totale. Anche per questo motivo noi, non dovremmo causare agli altri sofferenze o tentazione.
Posta un commento