martedì 8 settembre 2009

Mi abbandono a Te...

Giornate intense, in preparazione dell'inizio della scuola...ma non solo...il Signore desidera da me un atto di abbandono totale: sento echeggiare nel mio cuore le stesse domande che Gesù rivolse a Pietro: "Mi ami tu?" Alla vigilia della professione perpetua, ricevo la nomina di insegnante di ruolo...Mi assumerebbero a tempo indeterminato. L'assunzione è là, un semplice foglio dove sono scritte alcune parole. Mi pare che Gesù stesso parli e mi dica attraverso la voce di una persona: "Non è cosa da poco un'assunzione a tempo indeterminato...La Madre Generale deve saperlo..." Quel foglio assume tanti significati per me. Mi passa di fronte allo sguardo della mente la mia vita come un film. E' vero, non sarei la prima suora della mia congregazione che lavora in una scuola comunale o statale...ma per me quel foglio significa molto di più, un qualcosa di più profondo... Sento echeggiare, appunto, la voce di Gesù nel mio cuore: "Mi ami tu?" Sembra che mi dia nuovamente l'opportunità di uno stile di vita diverso da quello che ho abbracciato. Ci vuole coraggio: rifiutare significa essere cancellati PER SEMPRE dalle graduatorie. Gesù vuole persone che lo scelgano lasciando le proprie sicurezze terrene, capaci davvero di rinuncia. Chiamo la madre, per me è un momento drammatico: mille interrogativi s'affollano alla mia mente. Lei non ha dubbi: "Non c'è nemmeno da chiederlo, la risposta l'hai già da te..."momento di silenzio "perché tu cosa vorresti fare?" "IL MIO PRIMO ED UNICO AMORE E' CRISTO!" Il mio è quasi un grido, una risposta definitiva al "mi ami tu". Sembra che mi domandi: "Anche tu vuoi andartene?" "No, dove posso andare: tu solo hai parole di vita!" I "no" che debbo pronunciare...che sarebbero dei sì a Cristo, sono proprio tre...per vari motivi.

Oh sì, da me ultimamente vuoi solo l'abbandono alla tua volontà; mi stai conducendo per strade erte, scoscese, ma non temo. Non sono le strade che percorrerei io, ma tu vuoi che abbandoni ogni mia certezza. Sto gridando il mio sì... Durante gli esercizi ho fatto un sogno particolare. Ho sognato un Crocifisso immenso che è diventato talmente grande da spaccare le pareti della stanza del mio "io". Le prove che mi stai presentando sono un piatto succulento per la mia anima...O Signore, solo tu sei il mio pastore...
Posta un commento