venerdì 28 gennaio 2011

Osservando la natura...

Pensando alle tentazioni contro la fede, la mia mente si tuffa nel labirinto dei miei ricordi...
Circonvallazione a Monte.. Una strada che domina il porto,dalla quale si può ammirare la Lanterna, simbolo della città. Durante il giorno, soprattutto nei giorni più limpidi, inondati di sole, si ammirava la linea netta dell'orizzonte che separava il cielo dal mare, un mare a volte brillante, sornione, indeciso se inquietarsi o rimanere calmo sotto la carezza della brezza. Lentamente calava la sera e con i suoi colori scuri dipingeva il cielo e il mare. Il buio nascondeva allo sguardo l'orizzonte, unendo il cielo con il mare. A volte il buio, anche nell'anima, confonde, unisce il cielo con l'anima. Noi non ce ne accorgiamo, immersi in quell'oscurità che impaurisce perché cela al nostro sguardo il porto dove dobbiamo giungere, timorosi di sbattere contro gli scogli o di essere inghiottiti da quella massa d'acqua che tutt'ad un tratto si potrebbe risvegliare dal suo tranquillo sonno. La fede, però, è simile alla Lanterna che gettava i suoi bagliori sulla distesa del mare, nera come l'inchiostro su cui si riflettevano le luci della città e mostrava la via da seguire, senza disturbare, né togliere le tenebre fitte, ma con il suo silenzio, mostrare la strada da percorrere.
Posta un commento