sabato 24 aprile 2010

Il deserto per ...i peccatori

Ciò che fa soffrire maggiormente quando si attraversa il deserto dello spirito, è il desiderio di unirsi a Dio e la convinzione che Lui permetta che siamo "lontani" da Lui. Nonostante questa convinzione, l'anima si aggrappa all'Eucarestia, anche se ciò che un tempo dava tanta gioia lascia quasi un'indifferenza che costerna. Ieri sera, proprio passando vicino alla Cappella, sentivo echeggiare nel mio cuore, una frase di Santa Teresina, un barlume nella mia oscurità. Il senso della frase era questo: finché Dio decide, bisogna essere contenti di essere assisi alla mensa con i peccatori, per condividere con loro il pane. Sì, fino a quando vorrà Lui. Condividere il loro pane...dello stare lontani da Dio per avvicinare loro...del non gustare le consolazioni divine...
Ciò che costerna dell'aridità è il sentirsi soli, privi di aiuto nel quotidiano cammino della vita...o meglio, lasciati alle proprie forze.
Posta un commento