sabato 6 giugno 2009

Silenzio...

Silenzio, entro silenziosamente nel mio cuore e ascolto l'alito dei miei pensieri. Si librano dolcemente nel cielo della mia anima, come leggiadre farfalle che splendono al sole. Stelle in un cielo sconfinato palpitano di nuova luce. Promettendomi la fedeltà all'ideale grande della consacrazione definitiva a Dio, ho visto chiaramente la mia debolezza e che solo Dio può donarmi la forza. La mia fragilità sarà la mia forza. Vedo agire Dio senza alcun mio merito nella mia vita. Mi sento pronta all'obbedienza, tanto che sto già preparando le valige senza sapere nulla e avendone solo un presentimento e captato solo qualche messaggio. Forse alla fine Dio accetterà il sacrificio pronto come fece con Abramo e mi lascerà dove sono. Vedremo...nel frattempo il mio cervello è come avvolto da una nebulosa, tra buio e fioche luci, mentre il mio fisico è di nuovo ribelle, con i suoi sintomi inspiegabili e continui...
Posta un commento