mercoledì 3 giugno 2009

Fra due settimane

Fra due settimane l'abbraccio con la mia terra...Solo chi si allontana dalle proprie radici ne sente l'attaccamento. Sente che il cuo cuore palpita là, che i suoi ricordi vivono fra quelle pietre, fra lo splendore del mare che riflette il cielo e le nuvole. Ogni più piccolo particolare fa rivivere un ricordo nel cuore, ricordi che hanno fatto una vita. Ma, come ho detto, quest'estate segnerà una svolta, me lo sento. Mi accoglierà una famiglia dall'aspetto diverso: il tempo logora, cambia, ma ci proietta nella speranza dell'eternità che trasforma il nostro presente, lo trasfigura, lo rende speciale. Mio padre non è più lo stesso, ma, nonostante ciò, ho tanta gioia dentro il cuore, che supera ogni ragione umana.

Va bene, Signore, sono pronta a tutto: dove vuoi che io vada, andrò...Avevo cantato questo alla mia professione semplice:

Dove tu mi vuoi, io andrò, come tu mi vuoi, io sarò
Posta un commento