giovedì 20 dicembre 2012

Il peccato è sempre peccato


Dopo aver affrontato le varie conseguenze di taluni gesti inconsiderati da parte del cristiano, non ci resta comunque affermare che il peccato rimane peccato. Il male di questo mondo è proprio quello di non avere più la coscienza del peccato. Non crede più che esista il peccato e che la religiosità si deve plasmare a seconda della mentalità del tempo. Non è così. Il concetto di peccato rimane tale, ma dobbiamo avere il cuore di Cristo che salva l'adultera dal rigore della Legge che la vuole lapidata. Salva sempre, non manda via nessuno. Un sacerdote penitenziere ha detto: è l'uomo che manda via, Dio non manda via nessuno. Il peccato indurisce il cuore umano, lo rende gretto, insensibile, incapace di aprirsi al bene... 
È il male peggiore il peccato, perché se la mancanza della salute può portare alla morte del corpo, il peccato a quella dell'anima e sarà una morte eterna.... E se qualche persona religiosa, con il suo comportamento vi trascina lontano dalla vostra fede, lasciatela perdere, non badateci e Dio gliene renderà conto in modo molto più duro, chiedendole conto anche del vostro momento di smarrimento. Dio sorpassa ogni giustizia umana, perciò non lasciatevi rubare un tesoro così grande che è la fede e serve per la vostra salvezza eterna: la fede.

Posta un commento