domenica 17 aprile 2011

Il cuore nell'eternità

Sì, sento la pace intensa dell'eternità. Anelo fortemente all'eternità. Il fatto che la morte, sulla quale in passato ho tanto meditato, ha visitato veramente la cerchia stretta dei miei familiari più cari, non mi sgomenta affatto, anzi, ci sono momenti in cui mi sembra di varcare con il mio spirito la soglia dell'eternità. Non abbiate dubbi, la vita oltre la tomba esiste veramente!
Noi cristiani non possiamo e non dobbiamo fermarci alla morte, dobbiamo avere una fede forte nella vita eterna, in quel dies natalis a cui anelavano i primi cristiani per poter incontrare nuovamente Gesù. 
Mai come adesso sono certa che oltre questa vita ce n'è un'altra, meravigliosa, che ci attende... che vale la pena vivere tutti i propri venerdì santi personali perchè questa vita presente, così bella, è il preludio di quella eterna!
L'amore è più forte della morte. I legami d'affetto terreni non si spezzano, ma continuano a vivere più forti che mai. Cambiano semplicemente impostazione... Ma quanto è bello e meraviglioso, vivere quest'esperienza! Anche perché, se uno non si tormenta, crogiolandosi nel lutto, seppur doloroso, Dio può permettere anche che non s'interrompa quel contatto fisico che, in teoria, con la morte si spezza per sempre...
Abbiate fede, la vita cambia, non ci è tolta.... Quindi, affrettiamoci a convertirci per essere degni di comparire alla Sua presenza...
No, Signore, non ho più paura della morte...
Posta un commento