domenica 15 maggio 2016

Il Papa e gli animali

Volevo affrontare un discorso che su internet ha sollevato un polverone immenso. Riguarda ciò che ha detto il Papa nei confronti degli animali. In realtà quel messaggio non era rivolto agli animali ma alle persone. Uno può condividere o meno il pensiero del Papa, non è assolutamente oggetto di infallibilità. Tuttavia lui come pastore della chiesa e di tutti i fedeli, voleva donarci uno spunto di riflessione. Tale spunto di riflessione non voleva ledere l'incolumità degli animali. Assolutamente no! Tanto che in un altro contesto il papa aveva detto a una bambina addirittura che esisteva un paradiso per gli animali. Il messaggio del Papa era strettamente connesso a certi nostri atteggiamenti nei confronti delle altre persone. Instaurare un rapporto con un'altra persona, una relazione costruttiva, è molto difficile infatti. Tanti possono evitare di avere questi rapporti con le persone e semplicemente chiudersi nell'universo dei sentimenti animali ignorando quelli umani. Rispettare il creato è uno dei tanti argomenti che il Papa ha affrontato. Rispettare quindi anche gli animali è doveroso. Infatti chi fa del male agli animali, è capace di farlo anche gli uomini, su questo non ci piove!
Quindi, perché il Papa voleva dire è questo : non escludere rapporto umano per privilegiare esclusivamente quello con il proprio animale. Chiudersi cioè i bisogni degli altri perché è difficile relazionarsi con un'altra persona che ci pesta i piedi, ma è tanto più meritevole.

Posta un commento