domenica 1 aprile 2012

La Passione


Leggere la Passione è sempre molto commovente: scuote gli animi in profondità. Quando un nostro caro muore, è normale ripercorrere soprattutto gli ultimi momenti della sua vita. Si ricordano come per far rivivere quella persona, per stampare in modo indelebile il suo volto nel nostro cuore. Ed è certamente molto drammatico ed inesplicabile il modo in cui Gesù morì: violentemente, consegnato dai suoi stessi discepoli. Come ho detto precedentemente il dolore di Gesù, la sua passione potrebbe pure far vacillare la nostra fede. La morte di una persona scuote gli animi, disorienta... E' il dolore che umanamente non ha rimedio. I discepoli e coloro che hanno amato autenticamente Gesù, subito dopo la morte, ne avranno ripercorso i dolori, ne avranno ricordato i gesti, le azioni, si guardano ai luoghi che egli ha frequentato per farlo rivivere. Ecco il senso della via crucis. Quando una persona a noi cara muore, se ne ricorda principalmente il termine della vita, ciò che ha dovuto soffrire e quindi come ha affrontato la morte; i luoghi che ella ha frequentato pullulano di ricordi indelebili, rimandano alla persona che non c'è più fisicamente. La mente ne accarezza i momenti, si commuove, piange, se ne chiede anche il motivo.
La Passione è l'assurdità della violenza dell'uomo che si accanisce su un uomo innocente che nella sua vita non ha fatto altro se non del bene. Bisogna avere davvero tanta fede. Poco tempo fa, ho letto da qualche parte che il dolore degli innocenti, va letto in consonanza con la morte di Gesù. Ed è vero: i Giudei, soprattutto i capi della religione volevano uccidere Gesù, spinti da motivi religiosi, politici e personali, ma colui che davvero l'ha consegnato alla morte è stato un suo discepolo, un apostolo. Anche questo fa scuotere la fede fin dalle sue fondamenta. Se sapeva che Giuda era così, perché lo ha fatto oggetto di una chiamata così sublime qual era quella dell'apostolato? Non si può comprendere umanamente. Sembra assurdo. Eppure sta nella logica di Dio stesso, del suo amore. Egli va al di là di ogni nostra aspettativa, il suo amore infrange le barriere, i nostri limiti.
Posta un commento